BREVE AUTOBIOGRAFIA
NON AUTORIZZATA

Nasce a Fornaci in provincia di Brescia, ridente cittadina del laborioso nord-est d'Italia, il 28-09-1965.
La sua vivace e precoce intelligenza induce i suoi genitori ad iscriverlo alla locale Scuola Materna delle Suore Francescane Missionarie del Cuore Immacolato di Maria.
Nell'ottobre del 1971 inizia a frequentare la scuola elementare "Giovanni Bertolotti", ciclo di studi che affrontera' con profitto per 5 anni e che lo condurra', all' eta' di 10 anni, all'iscrizione presso la sezione staccata di Fornaci della Scuola Media Inferiore "A. Franchi".
Di questo periodo e' il nascere del suo intesse per la lettura che lo spinge ad approfondire i grandi classici , da Topolino ad Alan Ford, da Zagor al Comandante Mark; una passione, questa, che non lo lascera' piu' portandolo a conoscere, negli anni, altre pietre miliari quali Corto Maltese, Zanardi, Ken Parker fino agli ultimi Dylan Dog, Nathan Never e Martin Mystere.
Superato l'esame del terzo anno le sue innegabili capacita' lo spingeranno ad iscriversi all'Istituto Tecnico per Geometri "N. Tartaglia" di Brescia; il profondo attaccamento agli studi e la sua irrefrenabile sete di conoscienza lo porteranno a compiere il ciclo di studi in sei anni anziche' nei cinque di prassi.
Diplomatosi con un ottimo 48/60 (votazione che comunque non rende giustizia ne' agli sforzi sostenuti ne' ai risultati ottenuti durante l'intero arco scolastico) decide di intrapprendere gli studi universitari iscrivendosi alla facolta' di pedagogia dell'Universita' degli studi di Verona. Tale corso di studi non suscita pero' in lui particolare passione: decidera' percio' di abbandonare dopo un solo esame -Storia della pedagogia- superato peraltro brillantemente con il punteggio di 30/30.
Nel Giugno dell'1986 inizia a lavorare in qualita' di collaboratore per l'ufficio urbanistica del Comune di Brescia, la collaborazione si protrarra' per circa 30 mesi.
Nel febbraio 1989, al termine di questo importante incarico si dedichera' all'attivita' imprenditoriale affiancando il fratello Enrico nella conduzione dell' impresa di famiglia; dapprima come collaboratore subordinato e quindi come socio a pieno titolo.
Nel 1995 acquista un computer Apple IICI iniziando l'approfondimento delle tematiche informatiche che fino ad allora non avevano incontrato il suo interesse; superfluo dire che ben presto si impadronisce delle tecniche necessarie per ottenere quanto di meglio le nuove tecnologie possono offrire: le pagine che state sfogliando non sono altro che la lampante dimostrazione dell'ingegno e dell'acume del loro autore.

TORNA

Michele Cristini H. P.